Delle seguenti affermazioni, riferite all’Europa cristiana dei secoli XI-XIII, si riconosca l’UNICA contrassegnata da un macroscopico errore:

la cartografia tendeva a mescolare elementi geografici, come città e fiumi, a elementi religiosi, come il paradiso terrestre

porre in relazione i distinti ordini degli oratores, dei bellatores e dei laboratores con la Trinità divina, poteva servire a legittimare la gerarchia sociale esistente

l’alimentazione degli strati sociali più umili poteva contare, come alimenti base, sulla patata e sulla cacciagione

diffusa era la credenza negli angeli, instancabili percorritori nei due sensi della “scala” che collegava il mondo terreno a quello celeste

la misurazione del tempo si avvaleva di strumenti rudimentali quali ad esempio meridiane solari, clessidre, candele

Skuola.net News è una testata giornalistica iscritta al Registro degli Operatori della Comunicazione.
Registrazione: n° 20792 del 23/12/2001.
©2000—2021 Skuola Network s.r.l. Tutti i diritti riservati. — P.I. 10404470014.